LAVAGGIO MAX 30°

La prima volta che lavi il tuo capo, ti consigliamo di lavarlo a mano in acqua fredda. Altrimenti puoi procedere con il lavaggio in lavatrice, impostando però una temperatura massima di 30°.

Un ottimo accorgimento è quello di capovolgere il capo per evitare che la superficie stampata si possa graffiare o usurare strisciando contro altre superfici.
Possibilmente utilizza un detersivo specifico per capi delicati ed evita la centrifuga.

Non lavare a secco: i solventi utilizzati per questo tipo di lavaggio danneggeranno sicuramente la stampa. Per le stesse ragioni devi assolutamente evitare il candeggio.

ASCIUGATURA

Terminato il lavaggio, il nostro consiglio è di lasciare asciugare il capo all’aria aperta, evitando comunque l’esposizione a fonti dirette di calore.

Se proprio volete utilizzare l’asciugabiancheria elettrica, utilizzate le basse temperature.

Se esposte a temperature troppo alte, le fibre del cotone, così come le aree stampate, potrebbero danneggiarsi irreparabilmente.

STIRATURA MAX 110°

Oltre a non superare questa temperatura, è di fondamentale importanza capovolgere il capo per evitare di mettere a contatto diretto la supeficie stampata con la superficie calda del ferro da stiro.

In alternativa potete applicare un panno umido o della carta da forno sopra la parte stampata.

NOTA BENE: RESTRINGIMENTO COTONE

Il cotone è un tessuto realizzato a partire da una fibra vegetale derivata dall’omonima pianta ed ha un fisiologico restringimento successivo al primo lavaggio.

Per i tessuti in puro cotone che non includono al loro interno fibre sintetiche è normale avere un restringimento fino al 4-5% circa dopo il primo lavaggio. Questa perdita è fisiologica e non può essere eliminata totalmente.

Anzi, per certi versi va guardata in ottica positiva: risulta infatti la conferma che l’indumento è realizzato effettivamente con un tessuto in puro cotone e che non contiene altre fibre di origine sintetica